Per poter accedere a questo sito web dovete accettare l'utilizzo dei cookies. Si legga l'informativa per maggiori dettagli. Informativa
NOTE DI RILASCIO SUM3D DENTAL
Condividi su:

2014

28/10/2014
(25) Il comando di "cancellazione delle curve", che è stato originariamente creato per consentire di cancellare le curve delle parti usate del disco, consente ora di cancellare anche le curve di lavorazione degli attacchi e le "curve di definizione delle zone per finitura diversa".

28/10/2014
(24) Il comando di creazione delle "curve di definizione delle zone per finitura diversa" consente ora di creare curve che si possono trovare completamente fuori dagli oggetti importati. Questa possibilità è stata inserita per consentire di creare in situazioni particolari curve che possono essere usate ad esempio per eliminare parti di grezzo per rendere raggiungibili zone degli oggetti che altrimenti non sarebbero lavorabili.

28/10/2014
(23) Per consentire di rendere identificabili per specifiche lavorazioni alcune connessioni, anche se non viene eseguita la sostituzione delle interfacce, è stata aggiunta la possibilità di configurare il file "replace.txt" in modo da permettere di sostituire solo il nome della curva della connessione, senza separare o sostituire la mesh della connessione. Per ottenere ciò è sufficiente indicare il valore 0 (zero) nel parametro del diametro della connessione da sostituire, in alcune (o tutte) le righe delle connessioni nel file "replace.txt".

Ad esempio, il file "replace.txt" può avere il seguente contenuto:

v1
TYPE=0
// code,text,key,diameter,external height,internal height
1,"Type A","typea",0,0,0
2,"Type B","typeb",0,0,0
3,"Type C","typec",0,0,0
4,"Brånemark_4.1","eapnc",3.9,1,2.5
5,"Brånemark_4.1_rot","erpnc",3.9,1,2.5
6,"Nobel_Active_4.3-5.0","iacnc",3.7,1,3.25

Per i tipi 1,2,3 il diametro di separazione della connessione è zero, quindi quando viene selezionato uno di questi tipi, viene eseguita solo la sostituzione del nome della curva dell'interfaccia, ma non viene eseguita nessuna operazione sulla mesh dell'oggetto selezionato. Il numero del "code" (il primo parametro ogni riga) può servire per predisporre un file contenente la eventuale strategia di lavorazione del tipo di connessione corrispondente.

25/09/2014
(22) Aggiornata la possibilità di utilizzare in Explorer di Windows 8.1 i servizi di previsualizzazione degli STL ed i menu di SUM3D, che erano precedentemente disponibili solo per Windows 7.

10/09/2014
(21) Nella finestra dei parametri di default nella tabella "strategie" è visibile la possibilità di attivare o disattivare la modalità di calcolo "parallelo". Questa opzione, che normalmente è attiva, permette di ottenere che i calcoli delle lavorazioni vengano eseguiti utilizzando i diversi "cores" della CPU, quindi eseguendo contemporaneamente il calcolo di diverse lavorazioni. Il tempo complessivo di calcolo, con questa opzione attivata, dipende sensibilmente dalle caratteristiche del computer. In condizioni normali si riduce di circa il 50% rispetto alla esecuzione "non parallela".

01/08/2014
(20) Nella finestra di configurazione, nella tabella di configurazione dei connettori, è ora possibile, per ogni materiale, indicare se i connettori possono essere assegnati come tagliabili oppure non tagliabili.

01/08/2014
(19) E' stato osservato che il comportamento del comando <PORTION...> non considerava il fatto che le curve di margine potessero essere in posizione più profonda rispetto alla posizione di confine tra le porzioni. In questi casi poteva capitare che la lavorazione <PORTION1/2> non asportasse tutto il materiale necessario a rendere accessibile la eventuale successiva sgrossatura della cavità posta in profondità. Siccome ciò avrebbe potuto causare la rottura dell'oggetto o dell'utensile nella fase di sgrossatura della cavità, l'impiego del comando <PORTION...> è stato in molti casi eliminato.

Ora il comportamento di <PORTION...> è stato modificato in modo che se ci sono curve di margine collocate più in profondità rispetto alla posizione di confine tra le porzioni, la profondità di esecuzione della prima porzione (<PORTION1/...>) viene estesa fino al raggiungimento della curva di margine più profonda. In questo modo tutte le curve di margine risultano raggiungibili da una eventuale successiva operazione di sgrossatura delle cavità.

08/07/2014
(18) Nelle lavorazioni di sgrossatura e "contornatura XY" è stata aggiunta la gestione del codice <FA...> (Fence Angle) da utilizzarsi in abbinamento alla attivazione della "ripresa per sovrametallo costante". Le varie tipologie di "ripresa per sovrametallo costante" hanno in comune il fatto di applicarsi alle zone dell'oggetto con una "bassa angolazione". Normalmente la separazione tra la zona dove viene applicato il percorso di "ripresa per sovrametallo costante" ed il resto della lavorazione si trova dove l'angolazione dell'oggetto è di circa 45 gradi. Col codice <FA...> è possibile indicare l'angolo da usare per determinare la soglia di separazione della zona della "ripresa per sovrametallo costante".

Ad esempio, con <FA60> la zona lavorata con "ripresa per sovrametallo costante" sarà più ampia, mentre con <FA30> sarà più stretta.

02/07/2014
(17) Nell'elenco dei materiali è stato aggiunto il materiale VITA ENAMIC. Sono blocchetti dalla lavorabilità simile all'Ultimate.

18/06/2014
(16) Sono state inserite nuove configurazioni per i codici di personalizzazione delle macchine: FOLDER_EQP="..." e FOLDER_TEM=="..."
Queste configurazioni, consentono di gestire i casi in cui è necessario, in una installazione preesistente di SUM3D Dental, aggiungere le configurazioni per nuove macchine, con le relative cartellette (attrezzature, strategie, ...), diverse da quelle configurate nell'installazione già presente.
Il problema che si presenta in questi casi è di come ottenere che le nuove macchine siano utilizzabili senza modificate la configurazione funzionante attuale di SUM3D Dental.
Per risolvere questo inconveniente sono stati introdotti questi due nuovi codici di personalizzazione, che consentono di indicare le sue principali cartellette aggiuntive: quella per le attrezzature e quella per le strategie.
Al posto dei puntini indicati vengono specificate le cartellette da usare per l'importazione dei files specifici.

Per esempio:
FOLDER_EQP="<inst_dir>\SUP\nuova macchina\"
FOLDER_TEM="macchina\strategie\"

03/06/2014
(15) Nella finestra di importazione degli oggetti è stata aggiunta la possibilità di selezionare come tipo di oggetto la "guida chirurgica".

02/05/2014
(14) Nelle lavorazioni di foratura è ora possibile selezionare una o più curve di delimitazione. Ciò rende possibile eseguire specifiche operazioni di foratura (es: filettature) solo su determinati tipi di connessione implantare, selezionando come curve di delimitazione le curve circolari identificative delle connessioni implantari alle quali devono essere applicati.

18/04/2014
(13) Nuove possibili configurazioni nei codici di personalizzazione delle macchine per la gestione dei seguenti comportamenti:
NOASKPN : serve per indicare che nella fase di post processor non deve essere mostrata la finestra di richiesta del nome del post processor, applicando il nome che verrebbe suggerito.
NOOPENP: serve per indicare che al termine della fase di post processor, il file CNC non deve venire aperto con "blocco note" o altro strumento analogo.
NOCREBUT: serve per indicare che nella finestra di importazione dei grezzi non deve essere mostrato il pulsante "crea".

18/04/2014
(12) Per le macchine che possono montare solo grezzi di tipo circolare (dischi) o solo rettangolare (blocchetti), è ora possibile indicare nei codici di personalizzazione della macchina, la sigla BLTYPE1 (grezzi circolari) o BLTYPE2 (grezzi rettangolari).
Inserendo uno di questi codici, nella finestra di creazione del grezzo verranno mostrate solo le forme del tipo indicato.

17/04/2014
(11) Nei codici di personalizzazione della macchina è ora possibile indicare la posizione di importazione degli oggetti STL, che altrimenti vengono normalmente collocati col centro ad X0 Y0. E' possibile indicare la posizione di importazione mediante le sigle IMPOSX... ed IMPOSY...

21/03/2014
(10) Introdotto un nuovo materiale "Resina composita" all'elenco dei materiali lavorabili.

21/03/2014
(9) Modificata la procedura di importazione automatica degli archivi di SUM3D Dental (utensili, macchine, ...).
Ora si possono importare (aggiungendoli a quelli presenti) in una sola volta sia il file con il nome predefinito, sia i file con accodato il carattere "_" + un nome qualsiasi + ".arl"
esempio:
upd_tools.arl
upd_tools_imes.arl

17/03/2014
(8) Nella creazione dei reports è stato inserita la gestione del codice 1310 per indicare il nome della strategia che è stata applicata.

28/02/2014
(7) Nella toolbar dentale "secondaria" è stata inserita una nuova icona, che consente di creare curve di delimitazione che possono essere selezionate per eseguire lavorazioni di rifinitura locale, per esempio di modelli. I metodi di utilizzo nelle strategie di lavorazione sono le stesse già in uso per gli altri tipi di curve di delimitazione.

12/02/2014
(6) Nelle lavorazioni di fresatura dei fori (forature) è stata aggiunta la possibilità di indicare che al termine della lavorazione (es: sgrossatura dei fori) è possibile eseguire immediatamente un successivo passaggio di lavorazione a spirale. Per poter ottenere quanto indicato occorre aggiungere nel nome della lavorazione la sigla <ASF...> (Add Spiral Finishing).
La sintassi è:
<ASF sovrametallo / oraria o antioraria (CW o CCW) / passo delle spire>
esempio:
<ASF0/CCW/0.2>

03/01/2014
(5) sono state apportate modifiche inerenti alla posizione di alcune icone dei comandi della toolbar dentale, nell'utilizzo della configurazione "Base". Questa modifica consente di razionalizzare meglio i comandi da utilizzare in sequenza.

03/01/2014
(4) E' in fase di test il tipo di lavorazione <PREM3...> per i premilled abutments. Questa lavorazione consente di lavorare a 3 assi <PREM3> o a 4 assi <PREM3/...> utilizzando il quarto asse per inclinare leggermente l'oggetto per andare un po' oltre all'equatore.
Ad esempio: <PREM3/10> consente di inclinare l'asse rotativo di 10 gradi per meglio lavorare la zona di congiunzione tra il lato superiore ed il lato inferiore.

03/01/2014
(3) E' stata inserita nei nomi delle lavorazioni la gestione del codice <MN:...> per consentire di indicare che la lavorazione può essere applicata solo su alcune macchine e non su altre. La gestione del codice <MN...> (Machine Name) è uguale a quella del codice del materiale (<MT:...>). E' possibile quindi indicare uno o più nomi di macchine per le quali la lavorazione può essere applicata (es: <MN:machine1,machine2>), oppure una o più macchine per le quali deve essere esclusa (es: <MN:-machine1,-machine2>).
Per consentire di selezionare gruppi di macchine aventi la parte iniziale del nome uguale, è possibile usare il carattere '*' (es: <MN:machine*>).
Questa opzione è utilizzabile subordinatamente all'aggiornamento della chiave per la versione 2014 (contratto di assistenza).

03/01/2014
(2) Nelle finestre di importazione e creazione dei grezzi è stata aggiunta la possibilità di indicare il numero del lotto. Questa informazione per ora viene mostrata solo nella finestra con le informazioni dell'oggetto selezionato, nei file CNC come commento, insieme al codice del grezzo, ed eventualmente nel report, mediante il codice 1309.
Questa opzione è utilizzabile subordinatamente all'aggiornamento della chiave per la versione 2014 (contratto di assistenza).

03/01/2014
(1) Nel software "3D Model Designer" di Dentona è possibile indicare alcune aree del modello per le quali si desidera ottenere una qualità di finitura diversa rispetto al resto del modello. Per questo motivo è stato aggiunto in SUM3D Dental un codice che può essere inserito nel nome della lavorazione per indicare che devono essere lavorate solo le parti delle superfici che sono state selezionate in 3D Model Designer a questo scopo.
Il codice che è stato aggiunto è "<MILLSELECTEDONLY>" oppure "<MSO>". E' possibile indicare <MSO> oppure <MSO1> se si desidera applicare la lavorazione solo alle zone precedentemente identificate nel CAD, oppure <MSO0> se si desidera applicare la lavorazione a tutto tranne che alle zone interessate dalla selezione.
Questo tipo di gestione verrà poi estesa anche ad oggetti provenienti da altre sorgenti oltre a "3D Model Designer".