Per poter accedere a questo sito web dovete accettare l'utilizzo dei cookies. Si legga l'informativa per maggiori dettagli. Informativa
NOTE DI RILASCIO SUM3D DENTAL
Condividi su:

2013

18/11/2013
(35) E' stato inserito un nuovo tipo di materiale: Metallo sinterizzabile.
Ha caratteristiche di lavorabilità simili alla zirconia. Ha un fattore di contrazione, pari a circa 1.176471 (si riduce di circa il 15% nella successiva fase di sinterizzazione). In realtà si tratta di metallo in polvere pressata, e non viene pre-sinterizzato (viene sinterizzato dopo la fresatura).
Occorre fare attenzione se si importano oggetti in zirconia e poi oggetti in metallo presinterizzato e poi ancora oggetti in zirconia (in lavori diversi), perchè SUM3D suggerisce il fattore di contrazione usato in precedenza, QUINDI si potrebbero commettere errori di applicazione del fattore di contrazione riferito ad un'altro materiale.

05/11/2013
(34) E' stata modificata la lavorazione di foratura, in modo che se la lunghezza dell'utensile non è sufficiente per eseguire completamente il foro, invece di eliminare completamente la lavorazione viene comunque generato un percorso di lavorazione parziale per la lunghezza utilizzabile dell'utensile.

26/10/2013
(33) Nelle lavorazioni di sgrossatura è ora possibile richiedere che venga verificato se l'area di offset è sufficiente ad eseguire la lavorazione. Per ottenere che venga eseguita questa verifica occorre inserire il codice <MO...> (Minimum Offset) nel nome della lavorazione di sgrossatura. Inoltre è possibile inserire il carattere + dopo <MO per indicare che il valore specificato deve essere sommato al diametro dell'utensile utilizzato per la lavorazione. Con "+" (es: <MO+0.5) viene sommato al valore indicato anche il sovrametallo, oltre al diametro utensile. In genere è sufficiente inserire questo codice solo nella prima lavorazione di sgrossatura.

Ad esempio: <MO3.5> verificherà che gli oggetti selezionati per la lavorazione abbiano un area di offset di larghezza non inferiore a 3.5 millimetri.
Ad esempio: <MO+0.5>. Se l'utensile della lavorazione ha un diametro di 2.5 millimetri, il valore di offset minimo richiesto è di 3 millimetri.

Attenzione, per determinare il valore da indicare accanto alla sigla <MO...> occorre considerare i seguenti elementi:

1) diametro dell'utensile
2) sovrametallo da lasciare
3) eventuale angolo di "<SLOPE...>

Nel caso siano stati individuati valori di offset insufficienti sarà visualizzato un messaggio di avvertimento.

23/10/2013
(32) Per la compatibilità con il nuovo aggiornamento di Windows 8.1, è stato sviluppato un nuovo driver per la chiave hardware.
Il nuovo driver può essere scaricato dai nostri siti internet www.cimsystem.com o www.sum3ddental.com dall'area di download -> Aggiornamenti -> SUM3D cartella "Related files" scaricare il file Driver-Dongle.exe.

18/10/2013
(31) Con le versioni di interfaccia utente "bassa", "leggera" e "media", quando si seleziona un file già esistente, nella finestra di creazione di un nuovo progetto, non viene più chiesto se si desidera sovrascrivere il file: Viene invece aperto il file come se fosse stato selezionato mediante la finestra di selezione di un progetto preesistente.

01/10/2013
(30) E' stato modificato il meccanismo di identificazione del punto per il posizionamento degli abutment. La modifica è stata apportata per gestire correttamente il posizionamento di abutments con una particolare intarfaccia "dummy", ma viene applicata a tutti i tipi di abutments. Sono stati fatti tests con diversi tipi di abutments e non sono state rilevate variazioni di comportamento nella gestione dei tipi di abutments precedentemente trattati.

24/09/2013
(29) Nei parametri di configurazione dell'archivio macchine, è stato inserito un nuovo campo per determinare il "File con le istruzioni di cambio lavorazione". Questo campo consente la selezione di un file (da creare) contenente i blocchi di programma che determinano il comportamento tra due lavorazioni eseguite con lo stesso utensile. Il software durante il postprocessing controllerà l’esistenza del file selezionato in questo campo ed inserirà nel programma i blocchi con le funzioni di programmazione presenti. Se il software non trova questo file userà i dati standard (quelli segnalati dai vari costruttori di CNC).

17/09/2013
(28) Nella finestra di configurazione dei parametri, sono stati aggiunti due parametri alla tabella dei "grezzi".
Si tratta di: "Tipo di grezzi" e "Rendi i pulsanti nuovo/usato visibili anche con i livelli di interfaccia più bassi".

Il primo parametro è stato inserito per selezionare eventuali gruppi di forme di grezzi specifici per alcune macchine. Per ora non ha utilizzazione e deve quindi essere lasciato a zero.

Il secondo parametro serve per consentire di mostrare i pulsanti "nuovo" ed "usato" nella finestra di importazione dei grezzi, anche se il livello di interfaccia utente è configurato sui livelli più bassi (base/leggero/medio), coi quali normalmente questi due pulsanti non sono mostrati.

09/09/2013
(27) Nella finestra di importazione degli "STL" sono state aggiunte due nuove icone corrispondenti ai tipi di oggetti:
"Corona provvisoria" (TS17) e "Ponte provvisorio" (TS18)
Si tratta di corone e ponti che non richiedono una gestione specifica delle cavità e delle zone di margine. Anche il grado di finitura richiesto è inferiore a quello di un ponte o una corona "normale" e non è necessario rifinire le parti anatomiche.
Per ora vengono comunque importate anche le curve di margine, ma in futuro, per risparmiare tempo durante l'importazione verrà probabilmente eliminato il calcolo delle curve di margine.

09/09/2013
(26) Nelle lavorazioni di foratura è ora possibile indicare, nel nome della lavorazione, la sigla <DMIN0> in aggiunta a <DMIN...>.
La sigla <DMIN0> serve per indicare che la lavorazione deve terminare all'inizio della porzione di cilindro più piccolo nella connessione (deve quindi escludere il diametro della vite). E' quindi ora possibile indicare ad esempio:
<DMIN2.5><DMIN0>
invece del singolo valore:
<DMIN2.5>
oppure:
<DMIN0>

28/08/2013
(25) Aggiunta una nuova variabile da utilizzare nei files master per la generazione dei report.
La variabile @319@ consente di inserire nel report il nome della macchina utilizzata.

12/08/2013
(24) Per consentire di poter accodare più "lavori" in un unico file CNC da eseguire in macchina, è stata inserita la gestione del codice ALLOWAPPEND nei parametri di personalizzazione nella configurazione delle macchine. Questa modifica permette di ottenere l'accodamento anche con i livelli di interfaccia utente "medio", "minimo" e "leggero", per i quali questa opzione è disabilitata.

05/08/2013
(23) Nella definizione delle attrezzature è ora possibile gestire anche la curva con nome: NESTING_AREA
Questa curva consente di definire l'area di nesting per i dischi che verranno montati sulla attrezzatura. Con alcuni tipi di attrezzature il disco viene fissato solo su di una parte della sua circonferenza. Sulla parte che non viene fissata dalla attrezzatura è quindi possibile posizionare gli oggetti da lavorare in modo che l'area di "offset" possa parzialmente sporgere dal disco. In questi casi occorre naturalmente che l'utente abbia cura di posizionare i connettori in modo che non si trovino nell'area "esterna".

Per poter indicare al sistema di nesting automatico che l'area di nesting in alcune zone è più estesa del disco, è quindi ora possibile definire una curva che identifichi l'area nella quale il nesting automatico può operare. Normalmente, nelle zone di estensione, la curva con nome NESTING_AREA si "allontana" dal bordo del disco per un valore comunque inferiore alla distanza di offset normalmente impiegata per i dischi montati sulla attrezzatura in questione.

All'avvio del calcolo delle lavorazioni viene verificato se esiste una curva NESTING_AREA e se ci sono oggetti collocati all'esterno di questa curva. In tal caso viene mostrato un messaggio di avviso.

11/07/2013
(22) Nell'elenco dei materiali è stato aggiunto un nuovo materiale lavorabile il "Peek Ceramico". Nelle diverse lungue è inserito come "Ceramic peek". Il codice del materiale, per le strategie, è "cpeek".

01/07/2013
(21) Nella definizione di una strategia generale applicabile alle macchine a 4 assi, si pone la necessità di poter avere nella strategia operazioni che devono essere eseguite solo su macchine che lavorano a 4 assi simultanei ed operazioni che devono essere eseguite solo su macchine che non sono in grado di lavorare a 4 assi simultanei.
Allo scopo di poter ottenere questa distinzione nella strategia, oltre alle sigle <4A> e <5A>, nei nomi delle lavorazioni vengono ora gestite le sigle <4AS> e <4AN>.
Queste sigle inidicano rispettivamente:
<4AS> = lavorazione che può essere applicata solo a macchine che possono lavorare con 4 assi simultanei
<4AN> = lavorazione che può essere applicata solo a macchine che non possono lavorare con 4 assi simultanei

Queste due sigle si aggiungono alle tre precedentemente gestite: <4A> e <5A>
Per configurare in SUM la macchina in modo da poter indicare che è in grado di lavorare con 4 assi simultanei occorre indicare la sigla "4AXES-SYM".
Se invece nella configurazione della macchina in SUM si indica semplicemente "4AXES", si intende che la macchina non è in grado di lavorare con 4 assi simultanei.

21/06/2013
(20) Aggiunto un nuovo comando che consente di cancellare le curve relative a zone già lavorate, quando viene importato un grezzo usato per il quale era stata programmata una lavorazione che non è stata eseguita. Al comando è abbinata una nuova icona nella toolbar dentale "secondaria". Questa icona è visibile a partire dal livello di interfaccia "medio".

20/06/2013
(19) Nell'elenco delle forme dei dischi è stato aggiunto il formato "Tondo diam. 98->89", relativo ad un disco di diametro 98 millimetri, ma con solo 89 millimetri utilizzabili.
E' stato inserito per gestire i dischi "Zirlux 98mm Disc"

01/06/2013
(18) Nell'importazione degli oggetti di incollaggio SUM3D Dental è stato modificato in modo da gestire files STL generici e files STL provenienti da Exocad, con associato il relativo file .constructionInfo

31/05/2013
(17) Nelle lavorazioni sonoi stati inseriti questi nuovi codici:
<LMIN...>
<LMAX...>
Servono ad indicare il valore di lunghezza (minimo e/o massimo) che devono avere le curve incluse nella lavorazione. Vengono di conseguenza escluse dalla lavorazione le curve che hanno uno sviluppo (lunghezza) inferiore al valore indicato da <LMIN...> o superiore al valore indicato da <LMAX...>. E' possibile (ma non necessario) indicare entrambi i codici nel nome della lavorazione.

29/05/2013
(16) Nella finestra di importazione dei files STL sono stati aggiunti due nuovi tipi di oggetti: "oggetto di incollaggio" e "scanabutment". Per gestire esplicitamente nelle strategie questi due tipi, occorre utilizzare il <TS7> per gli "oggetti di incollaggio" ed il <TS16> per gli "scanabutments".

17/05/2013
(15) E' stata modificata la gestione del "grezzo dinamico" in modo da consentire la ridefinizione della precisione. E' quindi possibile aumentarne o ridurne la qualità ed il "peso" in funzione dei parametri configurabili nella apposita finestra sita in "Visualizza residui" -> "Risoluzione" o mediante l'impiego del codice <MATRES...> nei nomi delle lavorazioni.

27/04/2013
(14) Nella fase di importazione degli STL, SUM3D Dental ora importa anche i files .iges contenenti le margin lines provenienti da altri sistemi CAD\CAM.

07/04/2013
(13) Nella lavorazione di foratura in "fresature dei fori a spirale", è ora possibile lavorare a spirale anche le parti coniche dei fori.

02/04/2013
(12) Nella finestra di importazione dei "grezzi", è ora possibile selezionare, oltre ai files "blk" generati da SUM3D, anche files in formato bmp e jpg. E' anche possibile importare alcuni tipi files con estensione XML che descrivono la forma del disco usato. Quando si importato questi tipi di files, viene aperta la finestra per indicare le caratteristiche del "grezzo" che si sta importando: fattore di contrazione, dimensione, spessore, codice, ...
In aggiunta nell'importazione dei files jpg, bmp ed xml è stato esteso all'uso come "drag->drop". E' quindi possibile trascinare il file di una immagine jpg di un disco sulla finestra aperta di SUM3D ed ottenerne l'importazione come grezzo.

29/03/2013
(11) Introdotto un nuovo materiale "fibra di vetro" all'elenco dei materiali lavorabili.

26/03/2013
(10) Modificato il comportamento della lavorazione "svuotamento curve 3d" quando si lavora con le superfici selezionate invece delle curve. Ora il percorso nelle zone dell'"equatore" è più continuo.

10/03/2013
(9) Durante la "creazione di un nuovo file di lavoro", Se il livello di interfaccia utente è inferiore o uguale a "medio", è stata aggiunta la possibilità, dopo aver importato gli oggetti da lavorare, di selezionare il disco ed avviare il calcolo delle lavorazioni.

28/02/2013
(8) Se il livello di interfaccia utente è inferiore o uguale a "medio", successivamente alla creazione di un nuovo file di lavoro, il sistema passa automaticamente alla fase di selezione dei files STL degli oggetti da lavorare.

25/02/2013
(7) Se nelle fasi di nesting automatico non c'è spazio sufficiente per posizionare gli oggetti, viene ora mostrato un apposito messaggio di avviso.

24/02/2013
(6) Quando viene importato un nuovo oggetto in un disco, è ora possibile eseguire il posizionamento automatico dell'oggetto nel disco al termine dell'importazione.

24/02/2013
(5) E' stata abilitata per la versione a 3 assi la possibilità di eseguire il nesting automatico degli oggetti.

11/02/2013
(4) E' stata modificata la gestione della "vita utensili".
Ora, se nell'archivio utensili viene assegnata una durata massima in metri o in ore, al termine della sequenza di calcolo delle lavorazioni viene chiesto se si desidera aggiornare la vita degli utensili, applicando le lavorazioni calcolate. Se l'operatore seleziona "si", i parametri del lavoro eseguito nell'archivio utensili vengono aggiornati. Questa operazione viene eseguita applicando il percorso utensile calcolato nelle lavorazioni dove l'utensile impiegato è stato prelevato dall'archivio utensili (ad esempio utilizzando il codice <T:...> nel nome della lavorazione).
All'avvio di una sequenza di calcolo delle lavorazioni, dove vengono impiegati utensili ove è stata indicata la durata massima, se la macchina è configurata per mostrare la tabella degli utensili impiegati (ad esempio mediante il codice TOOLSTABLE nei codici di personalizzazione) la tabella utensili mostrata indicherà anche la "vita residua". Per un utensile nuovo verrà mostrato il valore 100%. Valore che si ridurrà progressivamente in seguito all'aggiornamento del suo utilizzo nell'archivio degli utensili, nel modo precedentemente spiegato.

Il valore di "vita utensile residua" viene mostrato con un colore di sfondo che può essere verde (vita residua superiore o uguale a 50%), giallo (vita residua superiore o uguale a 30%) o rosso (vita residua inferiore a 30%).

Se si intende sostituire in macchina un utensile che mostra (ad esempio) una "vita residua" del 15%, si dovrà reimpostare il valore di vita residua al 100%. Per eseguire questo aggiornamento occorre "cliccare" sul pulsante della percentuale. Il valore di "vita residua" verrà ripristinato a 100%.

Affinchè la gestione della vita utensile venga gestita nel modo più realistico possibile, occorre configurare correttamente i parametri della macchina nell'archivio di SUM3D Dental, ad esempio la velocità dei rapidi ed il coefficiente di correzione del tempo di lavorazione.

Questo servizio è utilizzabile subordinatamente all'aggiornamento della chiave per la versione 2013 (contratto di assistenza).

18/01/2013
(3) Modificata la finestra coi pulsanti per l'applicazione del comando "posizionamento fine". Sono state aggiunte due caselle per mostrare gli angoli massimi di lavorazione dell'oggetto relativi alla posizione corrente dell'oggetto, in modo da consentire all'utente di tenerli in considerazione per un corretto posizionamento dell'oggetto.
Questo servizio è utilizzabile subordinatamente all'aggiornamento della chiave per la versione 2013 (contratto di assistenza).

02/01/2013
(2) E' stata aggiunta la possibilità di ruotare il disco del grezzo.
Il comando è utilizzabile attraverso la nuova icona presente nella toolbar dentale "estesa", visibile in tutti i livelli di interfaccia utente, tranne che nella "base".
Questa possibilità può rendersi utile per le macchine a 4 assi. Accade infatti che talvolta lo spazio residuo di un grezzo già parzialmente usato, sarebbe sufficiente per alloggiarvi un altro ponte, ma a causa della necessità di impiegare il quarto asse per lavorare il ponte da inserire, esso non possa essere ruotato e non può quindi essere collocato nello spazio disponibile. La rotazione del grezzo consente quindi di ottenere che lo spazio disponbile, sia orientato in modo da potervi alloggiare gli oggetti che non possono essere ruotati. Per ruotare il disco occorre selezionare l'apposita icona, e successivamente eseguire la rotazione mediante i tasti '+' e '-' della tastiera.
Questo servizio è utilizzabile subordinatamente all'aggiornamento della chiave per la versione 2013 (contratto di assistenza).

02/01/2013
(1) E' stata aggiunta la possibilità di inserire nei prototipi dei report il codice 1016 per indicare il tempo complessivo di lavorazione. Naturalmente è possibile ottenere che venga inserito il tempo complessivo nel report, solo se si produce il report dopo aver completato il calcolo della lavorazione.
Questo servizio è utilizzabile subordinatamente all'aggiornamento della chiave per la versione 2013 (contratto di assistenza).